Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeCulturaTamberi fuori da finale, Schippers regina dei 200

Tamberi fuori da finale, Schippers regina dei 200 In evidenza

Pubblicato in Cultura
12 Agosto 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Addio sogni di riscatto per Gianmarco Tamberi. Il saltatore azzurro fallisce la qualificazione alla finale dell’alto. Il marchigiano supera alla seconda prova quota 2.29, misura non sufficiente per garantirsi un posto nei primi dodici. Gimbo, al primato stagionale, è così tredicesimo e primo degli esclusi. “Ho lottato fino alla fine, ci ho messo l’anima”, racconta con le lacrime agli occhi. “A 2.29 mi sono stupito di me stesso, perché oggi era una di quelle giornate in cui non mi staccavo da terra. Speravo con tutto il cuore che bastasse per la finale, invece serviva fare di più. Nell’ultimo anno non mi sono mai arreso, non mi sono risparmiato nulla. Ora ho bisogno di rifiatare un attimo, perché sento addosso tutto il peso di quanto fatto per rientrare”. Dafne Schippers è la regina dei 200. L’olandese volante, bronzo sui 100, schianta la concorrenza correndo in 22”05. Come nei 100 la medaglia d’argento finisce al collo dell’ivoriana Marie Josee Ta Lou (22”08 nuovo primato nazionale). Terza la bahamense Shaunae Miller-Uibo (22”15). La Schippers sbuca in testa all’imbocco del rettilineo e regge alla rimonta della Ta Lou, conservando il titolo conquistato due anni fa a Pechino. La Miller si avvicina, ma nulla può se non difendere il bronzo dall’assalto della padrona di casa Dina Asher-Smith (22”22). Giallo nel lungo femminile. La serba Ivana Spanovic atterra oltre i 7 metri all’ultimo salto, ma la giuria misura l’atterraggio nel punto il cui tocca la sabbia il foglio col nome attaccato sulla schiena della saltatrice. La Spanovic è così quarta (6.96), a un centimetro dall’americana di bronzo Tianna Bartoletta (6.97). Per la quarta volta a un Mondiale si riveste d’oro la statunitense Brittany Reese (7.02) beffando di due centimetri la russa Dasha Klishina. Doppietta statunitense nei 3000 siepi con Emma Coburn (9’02”58) davanti a Courtney Frerichs (9’03”77). Terza la keniana Jepkemoi. Nel martello decimo posto per l’azzurro Marco Lingua (75.13). Oro al polacco Pawel Fajdek (79.81) e argento al russo Valeriy Pronkin (78.16), bronzo all’altro polacco Wojciech Nowicki (78.03). Domani ultima recita di Usain Bolt nella finale della 4x100. Si assegnano anche i titoli nella staffetta veloce, nell’alto e nei 100 ostacoli donne, nonché nel decathlon, nel giavellotto e nei 5000 uomini con luci puntate su Mo Farah. Uniche azzurre in gara le staffettiste della 4x400.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni