Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeCulturaMilano candidata a 132esima sessione Cio

Milano candidata a 132esima sessione Cio In evidenza

Pubblicato in Cultura
17 Marzo 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Milano è adesso ufficialmente candidata per ospitare la 132esima sessione del Cio, l'assemblea generale del Comitato Olimpico Internazionale, nel 2019. L'Italia ha già ospitato sette volte la manifestazione, che dura solitamente una settimana, ma sempre a Roma. In occasione della sessione del 2019 sarà scelta la città sede dei Giochi Olimpici Invernali del 2026. A presentare la candidatura è stato il presidente del Coni Giovanni Malagò: "Dovevamo reagire, da uomini di sport. Sala e Maroni mi hanno risposto immediatamente in coro e all'unisono alla richiesta di ospitare questo importante appuntamento in cui sono presenti tutti gli stakeholder dello sport mondiale. Molti dei membri del Cio sono Capi di Stato, ci sono tutti i presidenti delle federazioni, alcuni tra gli imprenditori piu' importanti del mondo". "Il Coni ci mette la faccia, insieme al Comune di Milano e alla Regione Lombardia, perché bisogna essere votati - ha aggiunto il numero uno dello sport italiano -. Non sappiamo ancora contro chi, perché l'opportunita' della candidatura scade stanotte. Alcuni rumors credibili dicono che quando si è presentata Milano, in molti si sono defilati. Vedremo, noi abbiamo presentato un dossier unico, abbiamo tirato fuori l'argenteria di casa, il meglio del sistema". La 132esima sessione del Cio, che Milano vorrebbe ospitare nel 2019 al centro congressi del Mico, servirà per scegliere la sede dei Giochi Olimpici Invernali del 2026, ma il capoluogo lombardo strizza l'occhio all'appuntamento a cinque cerchi del 2028. "Noi candidiamo Milano e la Lombardia per le Olimpiadi del 2028" ha detto il presidente della Regione Roberto Maroni. "Per noi è stato facile appoggiare Malagò in questa avventura. Abbiamo l'ambizione di dimostrare al mondo che Milano e la Lombardia sono una grande opportunità. Non appena sarà designata la città per le Olimpiadi del 2024, se non sarà una città europea - ha aggiunto il Governatore rivolgendosi al sindaco Beppe Sala - mettiamoci assieme per presentare la candidatura di Milano alle Olimpiadi estive del 2028". Sulla stessa lunghezza d'onda il primo cittadino di Milano: "Non e' un'improvvisazione. Milano e la Lombardia sono luoghi adatti a un momento del genere. Ci sono 10 mila notti di hotel in palio, penso ai taxisti, ai commercianti e ai ristoratori, che sono tanta roba. Non voglio parlare di Olimpiadi, ma una certa passione per i grandi eventi ce l'ho".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Edizione Cartacea

laDiscussione - Edizione Cartacea

Per avere accesso alla versione in PDF dell'edizione cartecea de laDiscussione, è necessario possedere un abbonamento in corso di validità




X

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni