Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeCultura

La fine del mondo in mostra a Parigi In evidenza

Pubblicato in Cultura
Scritto da Elisa Angelini il Lunedì, 09 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
L'artista francese Francois Ronsiaux ha esposto alla Galerie Olivier Walkman di Parigi (fino al 22 febbraio 2015) le sue ultime opere, che hanno come tema il mondo distrutto dall'apocalisse. Sono fotomontaggi che rappresentano la fine del mondo: città sommerse dall'oceano dove non vi resta nessuna presenza umana ma solo edifici. Punte di grattacieli che emergono dal mare, palazzi incastrati fra i ghiacci, le conseguenze, immaginate dall'artista, del possibile disgelo dei poli che porterebbe all'innalzamento del livello dei mari. Il progetto artistico si basa su dati scientifici oggettivi e quindi la fine del mondo immaginata da Ronsiaux potrebbe accadere realmente.

"Il ninnolo di Dio" senza peli sulla penna In evidenza

Pubblicato in Cultura
Scritto da Francesca Romana Falconio il Sabato, 07 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Continua il successo de “Io, il ninnolo di Dio” e di “Ho voglia di dirti”, i due romanzi della scrittrice Stefania Colasanti. In attesa dell’uscita del suo prossimo romanzo, pubblichiamo il video della sua recente intervista a “Pour Parler”. La seconda parte della intervista può essere visionata al link https://www.youtube.com/watch?v=CbsAfpIJO-I

Nafea Faa Ipoipo (When Will You Marry?): il quadro più caro del mondo In evidenza

Pubblicato in Cultura
Scritto da Elisa Angelini il Sabato, 07 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(1 Vota)
Il dipinto di Gauguin dal titolo "Nafea Faa Ipoipo (When Will You Marry?)" è il quadro più caro del mondo. È stato venduto da un collezionista svizzero, Rudolf Staechelin, a 300 milioni di dollari. Finora l'opera era rimasta in deposito, per circa mezzo secolo, al Kunstmuseum di Basilea. Il nome dell'acquirente non è stato rivelato, anche se voci fanno intendere che il dipinto sia stato acquistato da un emiro del Qatar. Il nuovo proprietario riceverà il quadro solo nel gennaio 2016, dopo la sua esposizione in tour alla Beyeler.

Paolo Virzì ha vinto il Premio Burlamacco d’oro 2015

Pubblicato in Cultura
Scritto da Antonio Marvasi il Venerdì, 06 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
È Paolo Virzì il vincitore del Premio Burlamacco d’Oro 2015. Sceneggiatore, regista e produttore, è uno dei più importanti narratori per lo schermo dell’ultima generazione del cinema italiano. E’ considerato il maggiore erede ed innovatore della tradizionale commedia italiana e i suoi film affrontano questioni spinose con stile avvincente, ironico ed umano. Tra i film più amati dal pubblico: La Bella Vita (1994), Ferie d'Agosto (1995), Ovosodo (1997), Caterina Va in Città (2003), La Prima Cosa Bella (2010), Tutti i Santi Giorni (2012), Il Capitale Umano (2014), solo per citarne alcuni. Paolo Virzì è in queste settimane impegnato nella realizzazione…

Al via la 65esima edizione del Festival di Berlino In evidenza

Pubblicato in Cultura
Scritto da Elisa Angelini il Giovedì, 05 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Si alza il sipario sulla 65esima edizione del Festival di Berlino. L'attuale direttore artistico, Dieter Kosslick, che esrcita questo ruolo dal 2001 ( e lo farà fino al 2019), ha presentato il vasto programma, comprendente circa 200 film in cartellone, visibili in tutta la città fino al prossimo 15 febbraio. Il Festival, quest'anno, verrà identificato con il massimo esponente del cinema tedesco vivente, Wim Wenders. Il 12 febbraio verrà consegnato al regista l'Orso d'oro d'onore alla carriera, nonché sarà presentato il nuovo film, fuori concorso, Everything will be fine. Il direttore Kosslick ha dichiarato che saranno presentati film dai temi…
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30