Sei qui: HomeVisualizza articoli per tag: renault
"La piaga che veramente diffama la Sicilia e in patticolare Palemmo agli occhi del mondo. Eh... Lei ha già capito. E' inutile che io glielo dica. Mi veggogno a dillo. E'? il traffico! Troppe macchine! E' un traffico tentacolare, vorticoso, che ci impedisce di vivere e ci fa nemici famigghia contro famigghia, troppe macchine». Questo è forse uno dei dialoghi più famosi, se non il più famoso del film«Johnny Stecchino»di Roberto Benigni. E forse pensando a questa grottesca scena che Renault Italia ha pensato al capoluogo siciliano per presentare in anteprima nazionale alla stampa specializzata la Twingo SCe 69 cavalli con il cambio automatico a doppia frizione EDC. Un vero toccasana se si vuole stare al volante senza troppi stress in quella che è una delle città più caotiche.«Per miglior la vita dei nostri clienti a bordo della Twingo»come ha sottolineato Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione e Immagine di Renault Italia ha deciso di offrire il cambio automatico EDC allo stesso prezzo del manuale, a partire da 11.950 euro per la versione ZEN.«Il cambio automatico a doppia frizione su Twngo è stato introdotto a fine 2015 sul motore più potente, il t6 da 90 cavalli, riscontrando un grandissimo successo malgrado il prezzo alto di 1.450 euro. Siamo passati da un mix motori del 10% fino al 18% grazie a questo cambio automatico. Oggi lo introduciamo anche sul motore di volume che è il 69 cavalli e la grandissima novità è che lo offriamo allo stesso prezzo di un cambio manuale»spiega Francesco Fontana Giusti.«Dunque 1.450 euro vanno ad azzerarsi, offrendo il comfort di guida eccellente, in questo cambio fluido, estremamente confortevole, con dei consumi e delle emissioni estremanente basse, per miglior la vita dei nostri clienti a bordo della Twingo».
Pubblicato in Motori
Renault Italia, a seguito del successo ottenuto da Sound of silence - primo flashmob sulla mobilità elettrica svoltosi nel 2016 - ha partecipato al raduno interregionale sulla Mobilità Elettrica e Sostenibile tenutosi lo scorso weekend. La ‘due giorni ecologica’ ha preso il via sabato mattina con l’esposizione di Nuova ZOE presso la piazza del Comune di Magliano Sabina, in provincia di Rieti, a cura della concessionaria REGIE Auto. Domenica 26 marzo è stata la volta della ‘carovana silenziosa’: oltre 40 i veicoli elettrici provenienti da diverse regioni d’Italia che hanno approfittato del blocco del traffico in occasione della domenica ecologica per godersi una mattinata a zero emissioni. I veicoli 100% elettrici Twizy e ZOE hanno partecipato al tour, attraversando il centro della Capitale. Dall’Auditorium Parco della Musica al Circo Massimo, gli elettromobilisti hanno raggiunto Piazza della Bocca della Verità, accolti da una delegazione del Comune di Roma. Grande attenzione è stata riservata a nuova Renault ZOE, il veicolo elettrico per il grande pubblico che va più lontano con una sola carica. Grazie alla batteria Z.E. 40, Nuova ZOE vanta , infatti, un’autonomia di 400 km NEDC corrispondenti a 300 km di utilizzo reale urbano e periurbano. Per Renault, pioniere del veicolo elettrico in Europa e leader di questo mercato, ZOE, con la nuova batteria, rappresenta un’ulteriore attestazione della sua strategia volontaristica di sviluppo su larga scala del veicolo a Zero Emissioni. L’autonomia di ZOE offre al conducente un’inedita libertà di movimento, facilitando i percorsi più lunghi di quelli abitualmente realizzati nella vita quotidiana o anche le trasferte impreviste. Il conducente può, ad esempio, anche partire per il fine settimana con la sua auto, senza bisogno di effettuare una ricarica durante il viaggio. ZOE rappresenta un’autentica alternativa ai modelli termici anche per realizzare i percorsi quotidiani, più brevi e ricorrenti. Nell’80% dei casi, infatti, la distanza media percorsa da un automobilista è nettamente inferiore a 60 km. Su questo tipo di tragitto, l’autonomia di ZOE offre all’utente il comfort di poter ricaricare il veicolo con una frequenza inferiore. Ciò significa, ad esempio, poter ricaricare ZOE solo una volta prima di iniziare una settimana di lavoro, dal lunedì al venerdì. Renault è oggi l’unico costruttore a proporre un’intera gamma di veicoli 100% elettrici, grazie alla berlina compatta ZOE, al quadriciclo Twizy e al veicolo commerciale Kangoo Z.E. Nel corso del 2017, Renault amplierà ancor di più la sua gamma Zero Emissioni, introducendo Nuovo Kangoo Z.E., con una nuova batteria che offrirà un’autonomia di 270 km NEDC, e Master Z.E.
Pubblicato in Economia
Lunedì, 27 Marzo 2017 06:00

Renault Italia lancia l’Innovation Day

La creazione di Laboratori di Open Innovation fa parte della cultura e della strategia d’innovazione dell’Alleanza Renault-Nissan; questi consentono di coltivare opportunità di innovazioni basandosi su un ecosistema aperto (startup, università, investitori) ed un’economia locale (collettività, associazioni, clienti, mercato).cTali laboratori raggruppano, in un unico luogo, i tre pilastri dell’open innovation: la condivisione delle conoscenze (eventi, conferenze, ThinkTank, meeting), la creatività e i metodi di progettazione innovativi (design thinking, Fablab) nonché le leve della nuova economia (Accelerazione di start-up, metodi collaborativi e aperti e piattaforme). In quest’ottica, Renault Italia ha organizzato, venerdì 17 marzo, l’Innova©tion Dy, una giornata interamente dedicata all’innovazione e rivolta a tutto il Personale del Gruppo. I dipendenti hanno preso parte a laboratori, incontri e workshop durante l’intero arco della giornata; un Inova©tion Epo ha ospitato oltre 40 stand di innovatori. Uno showroom di aziende e startup con le quali i dipendenti del Gruppo Renault sono entrati in contatto al fine di esplorare la tecnologia più evoluta impiegata nei settori di attività più disparati. Renault, la Marca più premiata in sicurezza, ha dedicato in particolare un polo al tema della sicurezza stradale e della mobilità. Mi Movo ha accolto, infatti, numerose startup tra cui Scuter, Park Smart, FREEDA (startup accelerata dal programma Tim Wcap) con la sua App che individua e fornisce i percorsi stradali più sicuri per le donne che viaggiano e si muovono in città da sole e SHELMET, il casco intelligente che funge anche da dispositivo di sicurezza. Fil rouge della giornata, l’innovazione a 360°. Il settore dell’abbigliamento era rappresentato da ORANGE FIBER, startup che trasforma gli scarti di spremitura degli agrumi in tessuti sostenibili e cosmetici per la moda; per l’ambiente, ha suscitato molta curiosità The Breath, il tessuto da indoor/outdoor progettato per attirare le molecole inquinanti al suo interno purificando l’aria; e ancora Junker, l’App che aiuta a differenziare i rifiuti domestici in maniera semplice e veloce, grazie alla semplice scansione del codice a barre del prodotto. Per il settore alimentare, un esempio di come reinventare modalità di produzione è stato portato da RecoFunghi, con i RecoKit per coltivare funghi direttamente a casa propria grazie al riutilizzo di fondi di caffè. Il settore medico è stato invece presidiato da FARMOSA, il software per aziende sanitarie che digitalizza il monitoraggio dei consumi di farmaci nei reparti ospedalieri ed elimina i rischi di errore farmacologico nella somministrazione delle terapie al paziente. A rappresentare l’architettura ed il design, AmbiensVR, piattaforma di realizzazione e distribuzione di presentazioni 3D e Virtual Reality che ha permesso, attraverso appositi visori, di immergersi in vari ambienti e personalizzare elementi decisi dal progettista. Allestito anche un temporary fablab, interamente made by Renault, in cui è stato possibile sperimentare l’Internet of Things e la stampa 3D. Particolare entusiasmo anche per il tour alla scoperta della CONCESSIONARIA DEL FUTURO, che ha consentito di esplorare alcuni tratti distintivi dei futuri showroom: 6 aziende (Axed, Datafirst, Engineering, Gforces, Global, Tim) hanno presentato la loro visione della concessionaria di domani, mostrando come si potranno vendere le auto fra 10 anni attraverso Chatbot, Realtà Virtuale e Aumentata, fino al Social Customer Care. Una parte del Centro di Formazione Renault è stata trasformata, per l’occasione, in un centro congressi, animato da interventi centrati su novità tecnologiche in ambito medico, architettonico, delle telecomunicazioni e dei trasporti, mostrando anche come queste possano essere messe al servizio della comunità. L’area FANTA RELAX, che offriva esperienze di Yoga e analisi dei Chakra, ha assicurato ai partecipanti il giusto equilibrio tra impegno fisico e mentale durante tutta la giornata. A commentare live tutte le attività della giornata, l’Innova©tion Web Radio, che ha anche trasmesso interviste agli ospiti.
Pubblicato in Società
Alla vigilia dell’ultimo match casalingo del 6 Nazioni, che vedrà l'Italrugby impegnata sul campo dell’Olimpico contro la Nazionale francese, Renault presenta, in collaborazione con Chicco, “The Dream Cradle”. La Casa della Losanga e il brand italiano leader nel settore dell'infanzia, uniscono le loro competenze per studiare soluzioni sempre più innovative che contribuiscano a migliorare la vita delle persone. Dall’analisi di una reale esigenza di molti genitori, Renault e Chicco hanno ideato “The Dream Cradle”: prototipo della prima base per navicella concepita per riprodurre il cullare tipico di un viaggio in auto, anche a casa propria. Molti genitori sanno quanto sia difficile far addormentare il proprio bambino e quanti tentativi siano necessari prima che lui o lei riescano finalmente a rilassarsi e prendere sonno. Tra le varie astuzie messe in atto, ce n’è una, però, che sembra funzionare da generazioni: portare il piccolo a fare un giro in auto. Quale genitore non è ricorso, almeno una volta, a questo stratagemma per addormentare il proprio figlio? Il cullare dell’auto, si sa, quasi sempre concilia il sonno. Ecco allora che, dopo aver messo in sicurezza il proprio bambino, si parte per un viaggio in auto, spesso negli orari più improbabili, senza una mèta precisa, ma con la sola speranza che il giro sia breve e il bambino si addormenti presto. Di norma sono sufficienti solo poche centinaia di metri e il gioco è fatto! Peccato che, una volta tornati sotto casa e spenta l’auto capiti spesso che il bimbo si svegli e si debba ripartire. Renault, che fa dell’”Easy Life” la sua promessa cliente, ha scelto Chicco, lo specialista del bambino a 360°, come partner per rispondere concretamente a questa realtà che affrontano tante coppie con bimbi piccoli. Nasce, così, “The Dream Cradle”: una base-prototipo su cui posizionare la navicella del passeggino che, con i suoi movimenti, simula il cullare dell’auto consentendo ai genitori di addormentare il bambino a casa, senza dover necessariamente salire in macchina. Il movimento della base è attivabile attraverso l’app scaricabile sul proprio dispositivo mobile, e regolabile per intensità, direzione e pendenza. Alla base di questo progetto, per Renault, c’è “Easy Life”, la promessa che la Marca fa ai propri clienti di facilitare loro la vita perché possano goderne appieno, grazie ad una gamma di prodotti, ad una connettività e a funzionalità intuitive che rispondono alle loro molteplici esigenze quotidiane. Tutto il contenuto tecnologico a bordo delle auto Renault è pensato e concepito per semplificare la vita dei suo clienti, dai tanti dispositivi di assistenza alla guida alla card Easy Access, dal Multisense al 4CONTROL.
Pubblicato in Costume

Il Gruppo Renault da oltre 20 anni si impegna per garantire a tutti la mobilità sostenibile. Nel 2007, è stato il primo a lanciare eco², la firma che consente ai suoi clienti di individuare facilmente i veicoli con minori emissioni di CO2 e ridotto consumo di carburante. Oggi, Renault continua a perseguire la sua politica di riduzione dell'impronta ambientale proponendo una nuova firma.

Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato 

Pubblicato in Motori
Domenica, 24 Maggio 2015 12:11

Apre in Italia il millesimo Renault Store

Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato 

Pubblicato in NEWS
Domenica, 22 Marzo 2015 09:12

Renault Twingo , a spasso per Milano e Roma

Con l'arrivo della primavera, nuova Renault Twingo invade di spensierato ottimismo le due piu' grandi metropoli d'Italia. Durante questo week end  e quello del 27/29 marzo, infatti, ben 100 piccole e impertinenti nuove Twingo, saranno disponibili rispettivamente a Milano e Roma per un test drive gratuito e del tutto innovativo. L'iniziativa "Nuova Renault Twingo ti porta dove vuoi #GuidaTu", sviluppata in collaborazione con Europcar Italia, leader europeo dei servizi di mobilita', offre infatti, a chiunque lo desideri, la possibilita' di salire a bordo di una delle 100 auto disponibili e guidare verso la meta preferita: shopping, aperitivo, brunch, discoteca o altro ancora. Le 100 nuove Twingo utilizzate per i test drive di Milano e Roma appartengono alla flotta Europcar e sono facilmente riconoscibili grazie alla personalizzazione #GuidaTu, presente sulle fiancate delle 100 auto. Per tutto il week-end - a Milano, da venerdi' 20 fino a domenica 22 marzo (alle 21:00) e, a Roma, da venerdi' 27 fino a domenica 29 marzo (alle 21:00) - gli utenti possono, attraverso il sito www.nuovatwingo.it, individuare la Nuova Twingo piu' vicina e prenotarla. In alternativa e' anche possibile intercettare le auto libere "in corsa" e provarle in qualsiasi momento. Due week end di vero spasso durante i quali i clienti potranno mettersi al volante della piccola citycar della Casa Francese e, approfittando dei preziosi suggerimenti del driver, sempre presente in ogni tragitto, potranno testare appieno le doti di agilita' e comfort di vita a bordo di Nuova Renault Twingo. Arrivati a destinazione gli utenti potranno completare la loro prova sperimentando la semplicita' di parcheggiare Nuova Twingo, grazie a tutti i vantaggi offerti dal motore posteriore, come la posizione di guida rialzata e l'incredibile raggio di sterzata. In alternativa, potranno affidare l'auto al driver presente a bordo e proseguire la giornata in completa liberta' senza doversi occupare del parcheggio. Sara' l'occasione per vedere in azione Nuova Renault Twingo destreggiarsi tra le strade affollate di una metropoli grazie alla motorizzazione benzina tre cilindri SCe 70, economica e grintosa.

A Milano, con un angolo di visibilita' anteriore record di 12, le 100 nuove Twingo regaleranno ai guidatori un punto di vista ineguagliabile per contemplare la bellezza del Duomo nella sua maestosita'. Se il pomeriggio di shopping e' stato profittevole e i pacchi da trasportare sono tanti, bastera' cercare la Nuova Twingo piu' vicina che con la sua lunghezza di carico record di 2,3 metri e i 52 litri di spazio aggiuntivo dei vani Flexicases, accogliera' facilmente l'esito di un movimentato pomeriggio a caccia di grandi occasioni. E se per caso ci si ritrovasse in una strada chiusa? Bastera' fare inversione, nulla di piu' facile grazie al raggio di sterzata record di 4,3 m che consente alla piccola Nuova Twingo di girare nello spazio di un fazzoletto. E se si e' in giro con qualche amico? Nuova Twingo puo' ospitare comodamente fino a 4 persone grazie alle sue 5 porte! Le 100 nuove Twingo protagoniste dell'evento, prima di posizionarsi "ai posti di partenza", formeranno un suggestivo serpentone attraverso la citta': partendo dalle stazioni Europcar sfileranno tutte insieme annunciando l'inizio dell'operazione #GuidaTu. A Milano, ad esempio, la carovana delle 100 nuove Twingo partira' venerdi' 20 marzo dall'aeroporto di Milano Linate, passera' per Viale Forlanini, Piazza 5 Giornate, Viale Bianca Maria, bastioni di Porta Venezia, Piazza della Repubblica, via Vittor Pisani, Piazza Duca d'Aosta, Porta Nuova e terminera' ad Isola Garibaldi il suo roadshow. Secondo Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione e Immagine Renault Italia "questo e' un modo insolito, divertente e originale per far provare i benefici unici della nostra citycar nella citta' a chiunque lo voglia. Il divertimento e' proprio dato dal fatto di poterla prenotare in qualsiasi momento o fermarla, se libera, in corsa e mettersi alla guida. Sara' divertente vedere sfilare per la prima volta 100 nuove Twingo tutte insieme in una vera e propria 'invasione' urbana". 

Pubblicato in Motori

Renault ha tolto il velo al salone di Ginevra al nuovo Kadjar. Si presenta fin da subito come un crossover efficiente, con due versioni Diesel con emissioni pari a 99 g/km di CO2, che lo collocano al miglior livello del segmento. Questo crossover compatto rivoluziona i codici tradizionali del mercato grazie a una proposta innovativa e accattivante. Con Kadjar, Renault allarga la sua offerta di crossover posizionandosi sul segmento C, tra Captur e Koléos. Kadjar sosterrà le ambizioni di Renault a livello internazionale su un segmento in piena espansione. La versione destinata al mercato asiatico sarà il primo veicolo di Renault prodotto nel 2016 in Cina, primo mercato automobilistico mondiale con oltre 22 milioni di unità vendute nel 2014, dove i crossover rappresentano il 26% delle vendite. Progettato sulla piattaforma CMF C/D, comune a Renault-Nissan, beneficia delle competenze dell'Alleanza nel segmento dei crossover. Con il design esterno fluido e atletico, offre una nuova visione del crossover. Il design degli interni si rivela allo stesso tempo sportivo e raffinato, grazie alla qualità dei materiali e delle finiture. Dotato di prestazioni interne di qualità e di moderni equipaggiamenti, offre connettività, con R-Link 2 e serenità, grazie ai più recenti sistemi di assistenza alla guida. Disponibile in versione 4x4 e 4x2, Renault Kadjar invita all'off road, pur restando estremamente maneggevole in città grazie alla sagoma compatta (4,45 metri di lunghezza e 1,84 metri di larghezza). Equipaggiato con una gamma di motori Energy, Kadjar coniuga piacere di guida a bassi consumi. La commercializzazione è prevista a inizio estate 2015 in Europa e in numerosi Paesi dell'Africa e del bacino del Mediterraneo.

Pubblicato in Motori
Sabato, 14 Febbraio 2015 08:29

La Renault e le auto da vivere in famiglia

Renault da cinquant'anni propone auto da vivere ideate per le famiglie. Nel 1965, la Renault 16 e' stata la prima berlina a integrare un portellone, che la rendeva fruibile per le famiglie borghesi in una Francia in pieno baby-boom. Rivoluzionando lo scenario automobilistico, le prime generazioni di Espace, Sce'nic e Twingo adottano, in diversi formati, una carrozzeria monovolume per coincidere con la domanda di modularita' e di utilizzo familiare dell'automobile. Renault esalta questa filosofia con la concept-car R-Space, presentato il Salone di Ginevra 2011, che preannuncia le future generazioni di auto da vivere. La storia delle auto da vivere in famiglia di Renault inizia cinquant'anni fa nella Francia del boom economico. All'inizio del 1965, il Marchio si distingue al Salone di Ginevra per un nuovissimo prodotto: la Renault 16, una berlina con una silhouette completamente inedita, due volumi con un portellone di accesso al vano bagagli. Con il chiaro intento di mescolare aspetti pratici e una linea elegante con 6 finestrini, la Renault 16 declina per le famiglie, in versione statutaria, il principio che aveva portato al successo l'utilitaria Renault 4: essere un'auto da vivere. La linea della Renault 16 e' l'opera congiunta di Philippe Charbonneaux e Gaston Juchet, quest'ultimo designer industriale ma anche ingegnere aerodinamico. Il Presidente Pierre Dreyfus gli concede la sua fiducia incaricandolo della progettazione estetica della Renault 16. Arrivato nel 1958 in Renault, Gaston Juchet lavora inizialmente al progetto di sostituzione della Fre'gate, battezzato progetto 114, che prevede la progettazione di una grande berlina tre volumi con motore 6 cilindri. Il progetto e' ambizioso, ma per Pierre Dreyfus mancano elementi differenzianti rispetto alla concorrenza: "Dobbiamo procedere diversamente, un'auto non deve piu' limitarsi a quattro sedili e un bagagliaio, ma essere un volume". 

Nel 2011 Renault presenta Renault R-Space, il futuro delle auto da vivere Visione attuale delle auto da vivere, R-Space e' un concept-car di monovolume sensuale, in grado di conciliare elementi a lungo considerati contrapposti: famiglia e sportivita', funzionalita' e sensualita'. Riflesso delle evoluzioni della societa', ispirata alla famiglia moderna, R-Space si rivela allo stesso tempo sportiva e calorosa, muscolosa e accogliente, innovativa ed ecologica. Racchiuso in linee tese e finestrini filanti, lo spazio interno e' vasto e accogliente: i sedili dei passeggeri anteriori ricordano un abbraccio, mentre la parte posteriore e' organizzata come spazio giochi modulabile, con 27 cubi colorati per i bambini. Associato a una trasmissione a doppia frizione EDC, il propulsore Energy Tce e' un efficiente tre cilindri da 900 cm3 e 110 cv, che emette soltanto 95 g di CO2/km. La sua tecnologia ispira le nuove motorizzazioni di Renault, mentre il design di R-Space reinterpreta l'intelligenza del concetto delle auto da vivere. In cinquant'anni, Renault ha segnato la storia dell'automobile e imposto la sua visione di un'auto che deve adattarsi agli utilizzi dei suoi occupanti. La Renault 16 ha rivisitato i canoni della berlina familiare, la Renault 20 ha proseguito sulla stessa via, definitivamente popolarizzata dalla 21 Nevada. Espace, a sua volta, ha creato da sola il nuovo segmento dei monovolume, Sce'nic ha inaugurato quello dei monovolume compatti, mentre Twingo ha rivoluzionato l'utilizzo della city car. Con R-Space, Renault prepara l'avvenire e immagina una mobilita' nello stesso tempo ludica e dinamica. Sempre attento alle evoluzioni della societa', Renault rivendica una lunga esperienza nella progettazione di automobili per le famiglie. Convinta che tale filosofia resti ancora attuale, Renault conferma la sua presenza nel mondo delle auto da vivere.

Pubblicato in Motori

Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato 

Pubblicato in NEWS
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni