Sei qui: Home

Torino, Gdf scopre tour operator abusivo

Pubblicato in NEWS
20 Marzo 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)

Doveva essere un'associazione dilettantistica sportiva e quindi i suoi guadagni non erano soggetti a tassazione, ma di fatto esercitava attività di tour operator in modo abusivo. A scoprire la frode è stata la Guardia di Finanza di Bardonecchia al termine di una verifica fiscale nei confronti di un'associazione sportiva dilettantistica con sede legale nel milanese, in un circolo di tennis a Rozzano, ma in realtà operante in Valsusa. Dalle indagini è emerso che i quattro responsabili dell'associazione, due residenti in Liguria e due in Lombardia, non promuovevano alcuna attività sportiva ma dal 2013 operavano come un vero e proprio tour operator organizzando vacanze in montagna. Le offerte, pubblicizzate periodicamente su internet attraverso pagine web dedicate e sui più noti social, erano variegate: dal semplice soggiorno, alla settimana bianca completa. Non pagando alcuna imposta, il tour operator abusivo offriva poi servizi a prezzi concorrenziali, riuscendo ad incassare nei quattro anni di attività illegale oltre 1 milione di euro. Dopo l'intervento della Guardia di Finanza, l'attività svolta dall'associazione sportiva è stata inquadrata come una vera e propria impresa commerciale. I quattro responsabili, oltre a dover versare le imposte sinora evase, dovranno pagare una sanzione amministrativa di 15 mila euro per aver esercitato l'attività di tour operator senza le previste autorizzazioni.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Edizione Cartacea

laDiscussione - Edizione Cartacea

Per avere accesso alla versione in PDF dell'edizione cartecea de laDiscussione, è necessario possedere un abbonamento in corso di validità




X

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni