Sei qui: Home

Nuova Mini Countryman, anche in versione ibrida In evidenza

Pubblicato in Motori
23 Febbraio 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Dopo averla ammirata al Salone di Los Angeles, nel novembre scorso la nuova generazione della Mini Countryman debutterà prossimamente sul mercato italiano. Il lancio avverrà nel weekend del 18 e 19 febbraio, prezzi compresi fra 27.450 e 41.200 euro. La Countryman sarà offerta inizialmente in quattro varianti, tutte abbinabili, in opzione anche alla trazione integrale All4 (2.000 Euro di sovrapprezzo) e tutte con TwinPower Turbo sotto il cofano. Sono la Cooper 3 cilindri di 1,5 litri da 136 cv, la Cooper S con il quattro cilindri di 2 litri da 192 cv, la Cooper D con il 4 cilindri 2.0 da 150 cv e, infine, la Cooper SD con il 4 cilindri 2.0 da 190 cv. Il cambio è manuale a sei rapporti (optional automatico Steptronic a sei marce), ad eccezione della Cooper SD che dispone di una trasmissione Steptronic ad otto rapporti. Nonostante la potenza incrementata, i consumi sono diminuiti (fino ai 4,3 litri/100 km della Cooper D). In estate, questi valori saranno migliorati quando, insieme alla supersportiva John Cooper Works, vedrà la luce la prima ibrida plugin di casa Mini da 2,1 l/100 km. Si chiama Cooper S E Countryman All4, con un 3 cilindri 1.5 da 136 cv abbinato ad un motore elettrico sincrono da 88 cv al posteriore per una potenza di sistema complessiva di 224 cv a trazione integrale permanente. Prezzo ancora non ufficiale ma dovrebbe aggirarsi a 37 mila euro e dintorni. Una Mini Countryman che spiana la strada al divertimento di guida a zero emissioni. L'erogazione spontanea, duratura e silenziosa della coppia del motore elettrico genera un'esperienza indeita del tipico go-kart feeling tipicamente Mini. E un recente test sulla campagna inglese lo ha ampiamente confermato. La Mini Countryman cosa vuole adesso proporre alla clientela? E' 20 cm più lunga, più larga di 3 cm, con un paaso aumentato di 7,5 cm rispetto al modello precedente, offre cinque posti veri, più spazio e versatilità. Sfoggia un azionamento elettrico di apertura e chiusura, anche touchless, del cofano bagagli (la capacità è aumentata di 220 litri fino a 1390, un Picnic Bench, cioé una morbida superficie di appoggio che fuoriesce dal bagagliaio offrendo posto a due persone. Una Countryman più matura proposta in due varianti, una più cittadina ed una per l'off road. Spiccano i fari a Led anteriori con anello luminoso sempre a Led, i fendinebbia full Led e la pinna posteriore sempre con con luce a Led, mentre l'abitacolo è stato riprogettato con bocchette di aerazione rettangolari e verticali al posto delle ronde, uno strumento centrale più voluminoso per ospitare monitor fino a 8,8»e dettagli più originali grazie a nuove modanature retroilluminate. Sistemi di sicurezza ADAS completi e gadget come il Find Made (per non smarrire le chiavi o altri oggetti personali). Dispositivi di infotainment di ultima generazione come il Country Timer che memorizza il tempo quando si viaggia su sterrato o off-road ed ancora si evidenziano i sistemi Mini Connected. Ricordiamo che Countryman è un modello strategico nella gamma Mini. Arrivata nel 2010 come quattro porte ha via via attirato le attenzioni per il suo stile originale e per il divertimento di guida tanto che fino ad oggi nel mondo è stata acquistata da 550 mila clienti. Countryman, per l'esattezza, è un nome che la vecchia Mini aveva già utilizzato negli anni '60. Si trattava, per gli amanti delle statistiche, della Austin Seven Countryman che garantiva, analogamente all'identica Morris Mini-Traveller, abitacolo versatile e poi entrata in notevole simpatia con la versione con le cornici di leggo battezzata Woody. La nuova generazione della Countryman entra nel segmento C degli Sports Activity Vehicle e ha le carte in regola per essere scelta anche come prima vettura da famiglia. Per la cronaca,la nuova Cooper D è più potente della precedente Cooper SD e costa circa 1.200 Euro in meno. Una breve presa di contatto al volante della Countryman Cooper SD è stata sufficiente per apprezzarne un evidente salto di qualità a livello di prestazioni, comfort, tenuta di strada, insonorizzazione.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Edizione Cartacea

laDiscussione - Edizione Cartacea

Per avere accesso alla versione in PDF dell'edizione cartecea de laDiscussione, è necessario possedere un abbonamento in corso di validità




X

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni