Cerca nel sito

Sei qui: HomeAttualitàMilan stende Shkendija, a un passo da gironi

Milan stende Shkendija, a un passo da gironi In evidenza

Pubblicato in Attualità
18 Agosto 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il Milan ha strapazzato lo Shkendija, ipotecando l'accesso ai gironi della Europa League. Nella gara di andata dei play-off, a San Siro, i rossoneri si sono imposti per 6-0, grazie alle doppiette di Andrè Silva e Montolivo e alle reti di Borini e Antonelli. Tutto molto semplice per Bonucci (oggi all'esordio dal primo minuto, con la fascia da capitano) e compagni, che hanno dominato in lungo e in largo la sfida di stasera contro i malcapitati macedoni. Sugli scudi, in attesa dell'arrivo di Kalinic e dell'infortunato Biglia, il giovane centravanti portoghese, "sponsorizzato" da Cristiano Ronaldo, e il regista ex Fiorentina, finalmente applaudito dal pubblico milanese. In avvio di gara Vincenzo Montella, privo degli indisponibili Biglia, Paletta e Romagnoli e con Niang a un passo dallo Spartak Mosca, ha riproposto il modulo 4-3-3 ma ha optato per diverse novità. Davanti a Gigi Donnarumma spazio a Conti, Zapata, Bonucci e Antonelli, con Musacchio e Rodriguez a riposo, in panchina. Nella zona nevralgica hanno agito Kessiè, Montolivo e Calhanoglu, rimpiazzato da Bonaventura alla mezzora della ripresa. In avanti, invece, in scena Suso, Andrè Silva e Borini, con il giovane Cutrone, protagonista fino a oggi, suo malgrado spettatore sino alla mezzora del secondo tempo. Davanti ai 40.000 spettatori accorsi al "Meazza", gli uomini scelti da Marco Fassone (che oggi ha compiuto 53 anni) hanno risposto al meglio alle accuse piovute gratuitamente dall'ex Shevchenko, che aveva parlato di "mercato caotico" e di "decisioni improvvisate". Dopo una fase iniziale di studio, al 13', i rossoneri hanno sbloccato il risultato: dopo un batti e ribatti nell'area di rigore dei macedoni, Andrè Silva è stato molto lesto nello stoppare la sfera, nel girarsi e nel battere l'incolpevole Zahov. Proprio l'estremo difensore degli ospiti, al 25', ha invece "regalato" la palla del comodo 2-0 a Montolivo, sbagliando l'intervento, con una respinta fiacca, su una punizione non irresistibile dalla distanza di Suso. Tre minuti dopo è arrivato il 3-0, con Andrè Silva ancora protagonista. Il giovane portoghese ha controllato, spalle alle porta, la sfera, si è difeso bene dal modesto attacco dei centrali macedoni (Cuculi e Bejtulai) e infine ha trafitto per un'altra volta Zahov. Lo stesso attaccante lusitano ha aperto la ripresa, cogliendo il palo al 4', sugli sviluppi di uno dei tanti corner in favore del Milan. A seguire i rossoneri hanno sfiorato il poker più volte, prima di andare nuovamente a segno (al 22') con Borini, bravo ad anticipare tutti su un cross da destra di Conti, e (al 23') con Antonelli, che ha sfruttato al meglio un'altra maldestra respinta di Zahov. A chiudere il tutto il palo colpito dal neoentrato Cutrone (al 35'), il 6-0 di Montolivo (al 40'), con un bel diagonale, e un eurogol in rovesciata sfiorato (nel recupero) sempre dal baby bomber. Il match di ritorno, una formalità, è in programma fra sette giorni a Skopje, in Macedonia.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni