Cerca nel sito

Sei qui: HomeAttualità

Money transfer, Pimpinella (Aiip): “Cambiare le regole per dare più sicurezza a Stato e cittadini” In evidenza

Pubblicato in Attualità
Scritto da Francesca Romana Falconio il Martedì, 24 Novembre 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Gli avvenimenti del 13 novembre a Parigi hanno portato all’attenzione di tutti il problema del così detto “money transfer”. Si tratta di un circuito alternativo alle banche che permette di inviare denaro in qualsiasi parte del mondo. Per la semplicità e i costi ridotti, questo meccanismo è molto utilizzato dagli stranieri residenti in Italia per inviare denaro alle proprie famiglie rimaste nelle loro zone d’origine. L’Italia ha aumentato le misure di controllo e sorveglianza del money transfer ma i dubbi sulle misure adottate restano. Ne abbiamo parlato con Maurizio Pimpinella, presidente dell’Associazione Italiana Istituti di Pagamento e di Moneta Elettronica.…

Fiore (ProVita Onlus): in Italia non c’è nessuna emergenza omofobia In evidenza

Pubblicato in Attualità
Scritto da Paolo Fruncillo il Martedì, 24 Novembre 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Non c’è nessuna emergenza omofobia in Italia. Né si può parlare di diffusione allarmante dei crimini contro le persone Lgbt (gay, lesbiche, bisessuali e transessuale). I dati recentemente pubblicati dall’Osce sugli Hate Crimes in 46 Stati (soprattutto europei), contribuiscono a smentire ciò che molte associazioni e organi di stampa continuano a ripetere presentare a una presunta “emergenza”. Ne abbiamo parlato con Alessandro Fiore, portavoce di ProVita Onlus. Come commentate i dati dell’Osce? Benché non si possa dire che il rapporto fornisca una conoscenza totalmente esauriente del numero di casi di crimini d’odio, l’ordine di grandezza dei numeri - 27 hate…

Sventa truffa e lancia appello: “Denunciate i malviventi” In evidenza

Pubblicato in Attualità
Scritto da Paolo Fruncillo il Martedì, 24 Novembre 2015
Vota questo articolo
(2 Voti)
Sventa la classica truffa dello specchietto e lancia un appello a tutti gli automobilisti per assicurare alla giustizia i facinorosi. Ancora una volta il presidente dell’Associazione Nazionale Guardie Particolari Giurate, Giuseppe Alviti è costretto agli straordinari per arginare quella che con termine dispregiativo viene definita “microcriminalità”. Ma che, in realtà, ha una notevole incidenza sulla vita quotidiana dei cittadini. La truffa dello specchietto è un classico della creatività dei delinquenti di strada che fingono un incidente in modo da estorcere denaro alla vittima di turno. La guardia, peraltro, già due anni fa aveva subito un tentativo analogo. Andato a vuoto,…

Cantone: «Beni confiscati devono essere start up per giovani» In evidenza

Pubblicato in Attualità
Scritto da Redazione il Martedì, 24 Novembre 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Non basta affidare i beni confiscati alla criminalità organizzata. Per fare una buona politica dell'antimafia bisogna definire le finalità. Meno ludoteche e centri per anziani e più cooperative e iniziative economiche per i giovani. Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato  {akeebasubs *} I beni confiscati devono essere start up di legalità e di sviluppo. In questo modo lo Stato dimostra di saper usare un bene meglio della mafia o la camorra. Altrimenti, se il progetto fallisce, si lancia un…

Barbuto (Unione ciechi): Noi docenti per aiutare a scovare i falsi invalidi In evidenza

Pubblicato in Attualità
Scritto da Paolo Fruncillo il Lunedì, 23 Novembre 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
“Rinnovo la nostra disponibilità a tenere dei corsi formativi per gli appartenenti alle forze dell’ordine con l’intento di aiutarli nel difficile lavoro di indagine sui falsi invalidi”. A parlare è Mario Barbuto, presidente nazionale dell’Unione Nazionale Ciechi e Ipovedenti. Presidente, quale è il suo stato d’animo all’indomani l’ennesima truffa da parte di finti ciechi scoperta dalle forze dell’ordine? Come sempre bisognerà verificare in sede giudiziaria che queste informazioni corrispondano al vero. In molti casi, infatti, le conclusioni a cui arrivano i giudici non confermano gli accertamenti svolti in sede di indagini. Come mai? Sia chiaro. Non conosco i dettagli di…
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30