Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeAmbienteWwf e Chef Rubio per campagna in difesa del gorilla

Wwf e Chef Rubio per campagna in difesa del gorilla In evidenza

Pubblicato in Ambiente
09 Settembre 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Wwf e Chef Rubio lanciano una nuova campagna in difesa di una delle specie piu' carismatiche del pianeta, il gorilla, ancora sotto scacco dei bracconieri: in soli 8 anni, infatti, abbiamo perso il 20% della popolazione del gorilla di pianura occidentale - Gorilla gorilla. L'idea nasce da un'esperienza diretta che Chef Rubio ha vissuto di recente visitando proprio uno dei tanti progetti di conservazione e difesa delle specie che il WWF porta avanti in tutto il mondo, quello che tutela la Riserva naturale di Dzanga-Sangha nella Repubblica Centrafricana. Da questa esperienza e' nato il desiderio di sostenere l'impegno del WWF e lanciare il messaggio in difesa dei gorilla che in quell'area vengono protetti con un investimento massiccio di risorse per formare ranger e sorvegliare l'area, aiutare le comunita' locali nelle attivita' di educazione ed economiche come l'eco-turismo, studiare il comportamento della specie e le interazioni con le attivita' umane. La campagna partita oggi sui canali social sara' attiva per due settimane e culminera' il prossimo 18 settembre con il lancio finale del video realizzato e prodotto da Chef Rubio che sara' presentato in una serata-evento condotta da Camila Raznovich presso il Museo MAXXI di Roma, arricchita da performance di musica e parole di artisti vari tra cui Giancane, Mezzosangue, Alessandro Pieravanti, Rancore e altre celebrities che interverranno a sorpresa sul palco. "Salvare i Gorilla - dice Chef Rubio - vuol dire preservare la nostra umanita'. Ho intrapreso il mio viaggio al fianco di WWF Italia con l'intenzione di tornare alle origini di quella natura umana che oggi sembra andare verso l'estinzione. Ho voluto percorrere a ritroso la linea evolutiva della nostra specie e ho ritrovato l'essenza dell'umanita' perduta nei gesti primordiali e istintivi dei gorilla, nelle cure degli esemplari mamme, nella maestosa saggezza del maschio Silver Back, nei giochi tra i cuccioli, nella loro curiosita' esplorativa verso il diverso, verso noi esseri umani che stavamo li a guardarli immobili e in silenzio. Consapevoli che ogni crimine contro i gorilla e' un crimine contro noi stessi". La popolazione di gorilla che potra' beneficiare della raccolta fondi avviata con la campagna "Adotta un Gorilla - Io sto con la Natura" - wwf.it/savegorillas - appartiene ad una specie particolare, il gorilla di pianura: l'80% di questa specie vive ancora in territorio non protetto e a maggior rischio di bracconaggio. Negli ultimi 25 anni, la popolazione dei gorilla di pianura occidentale e' diminuita piu' del 60% e se continua l'attuale trend di scomparsa prima della fine di questo secolo (en-tro il 2070) sara' rimasto solo il 20% dei gorilla che oggi vivono nelle foreste del centro africa. Lo IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) classifica i gorilla di pianura occidentale come specie "critically endangered" ( a rischio critico d'estinzione), una specie quindi vicinissima alla soglia dell'estinzione. Una perdita ancora piu' grave se si pensa che i gorilla condividono con l'uomo il 98% del proprio DNA. In alcune foreste dell'Africa Centrale abbiamo gia' perso il 90% dei gorilla, una tragica scomparsa dovuta al bracconaggio, ad epidemie e alla distruzione dell'habitat. (Italpress).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30