Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeAmbienteConfagricoltura, stop improvvisazioni

Confagricoltura, stop improvvisazioni In evidenza

Pubblicato in Ambiente
14 Febbraio 2018 di Paolo Fruncillo Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"In un grande territorio come quello calabrese la sede di Confagricoltura non poteva non rinnovarsi nell'ambito del nostro ruolo di rappresentanza della voce degli agricoltori". Lo ha detto, in occasione dell'inaugurazione della nuova sede di Confagricoltura a Catanzaro, il presidente nazionale di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti. "Il prossimo Governo sara' chiamato ad allestire un piano di programmazione 'verde' - continua - E' finita l'epoca delle improvvisazioni e del chilometro zero, i mercati sono globali e per essere presenti nel mondo bisogna essere competitivi, veloci e smart. Mi auguro che si capisca che siamo alle porte di una revisione della politica agricola comunitaria, il governo italiano dovrebbe dire qual e' la sua posizione. Sarebbe importante far sentire la nostra voce nel far capire che l'agricoltura e' importante come quella inglese o francese". Giansanti ha proseguito citando l'esempio dell'imprenditrice calabrese Maria Cefaly a cui e' stata intitolata la sede catanzarese dell'associazione: "Maria Cefaly era un'imprenditrice che guardava al futuro - ha continuato - anche oggi ne abbiamo tanti, ma ci manca il contesto su cui valorizzare le idee. Bisogna fare l'Italia, abbiamo bisogno che le istituzioni lo capiscano. Siamo in campagna elettorale e dobbiamo far si' che l'agricoltura resti un elemento centrale dell'economia nazionale. Al presidente Oliverio chiedo di crederci, il settore dell'economia italiana che va meglio e' quello agroalimentare e bisogna dare forza e valore alle nostre produzioni. Per far questo servono politiche che valorizzino il comparto attraverso maggiori infrastrutture, un minor peso della fiscalita' e degli oneri della previdenza, una attenzione speciale al lavoro. Temi che devono essere affrontati per riuscire a dare una mano importante agli agricoltori calabresi".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30