Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeAmbienteCamera: venerdì convegno ad un anno dall'Accordo di Parigi sul clima

Camera: venerdì convegno ad un anno dall'Accordo di Parigi sul clima In evidenza

Pubblicato in Ambiente
02 Novembre 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Le opportunita' per lo sviluppo sostenibile dell'Italia e dell'Unione europea": ad un anno esatto dall'entrata in vigore dell'Accordo di Parigi sul clima, Kyoto Club organizza una mattinata di riflessione sulle prospettive della sua attuazione. L'appuntamento e' per venerdi' 3 novembre alle ore 10 presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio. Aprira' l'iniziativa la presidente della Camera, Laura Boldrini. Parteciperanno: Gian Luca Galletti, ministro dell'Ambiente, Ermete Realacci, presidente Commissione Ambiente della Camera, Gianni Girotto, capogruppo del M5S Commissione Industria del Senato, Catia Bastioli, ceo di Novamont e Presidente Kyoto Club e Terna, Gianluigi Angelantoni, ceo di Angelantoni Industrie e Vicepresidente di Kyoto Club, Francesco Ferrante, vicepresidente di Kyoto Club, Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club, Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia, Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente, Lorenzo Radice, responsabile Funzione sostenibilita' Ferrovie dello Stato, Claudio Andrea Gemme, presidente del gruppo tecnico industria e Ambiente di Confindustria, Gianfranco Bologna, direttore scientifico di Wwf Italia, Laura Bruni, direttrice Affari istituzionali e relazioni esterne di Schneider Electric, Simone Mori, direttore Affari europei di Enel e presidente di Elettricita' futura. L'evento - trasmesso in diretta webtv - e' organizzato con il sostegno del ministero dell'Ambiente.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni