Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeAmbienteAmbiente, Vito: «Al via rifacimento viabilità Isola della Cona»

Ambiente, Vito: «Al via rifacimento viabilità Isola della Cona» In evidenza

Pubblicato in Ambiente
26 Luglio 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Entro l'anno la viabilita' d'accesso della riserva naturalistica dell'Isola della Cona, nel comune di Staranzano (Gorizia), sara' rinnovata". Il cantiere per la realizzazione dell'opera ha preso il via questa mattina alla presenza, tra gli altri, dell'assessore regionale all'AMBIENTE, Sara Vito e dei sindaci di Staranzano e San Canzian d'Isonzo, Riccardo Marchesan e Claudio Fratta. I lavori prevedono, per un tratto di circa due chilometri, il consolidamento del sedime stradale esistente e il suo innalzamento fino a un metro (nel punto piu' alto) rispetto allo stato attuale per evitare che la carreggiata possa essere sommersa dall'acqua. "Operazioni - spiega una nota della Regione - che saranno ultimate, presumibilmente, entro la fine di settembre e alle quali seguira', dopo un periodo di assestamento della strada, la posa di uno strato di resina speciale realizzata con materiali biologici ed ecocompatibili che garantira' la durata dell'intervento e il pieno rispetto dell'AMBIENTE". "Si tratta di un'opera molto attesa, che permettera' un consolidamento dell'argine e una migliore accessibilita' a una zona naturalistica di grande pregio e di confermato interesse regionale - ha evidenziato Vito - e' un intervento importante, soprattutto alla luce degli episodi che hanno di fatto compromesso la fruizione della zona che verra' cosi' restituita alla comunita' e sara' accessibile tutto l'anno. Inoltre, saranno effettuati anche alcuni interventi di sistemazione idraulica per contenere l'erosione degli argini".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni